20 Cose da fare dopo installazione di Ubuntu

Ho acquistato un nuovo disco allo stato solido perché stavo usando un disco SSD che già avevo, il OCZ Vertex II, con un notebook Lenovo dotato d'interfaccia Sata3. Ero curioso di vedere se era percepibile la differenza usando un SSD con supporto Sata3, la scelta è andata sul Samsung 840 EVO, ho reinstallato Ubuntu e il miglioramento è percepibile. Qui sotto il report di tutto quello che ho fatto post installazione per rendere Ubuntu 13.10 adatto alle mie esigenze:

Scritto da , il 14-01-2014
LinkConsiglia

Avviare Chromium con cache su RAM o in modalità incognito - Salva SSD

Se si usa un disco allo stato solido (SSD) uno dei consigli per allungarne la vita è d'evitare scritture inutili. Uno dei modi è spostare la cache del browser sulla memoria RAM. Per Firefox si può agire sulle opportune voci di "about:config", per Chromium si può invece creare un avviatore preposto.

Lunga vita ai dischi SSD con Ubuntu

Accorgimenti per per ottimizzare Ubuntu con l'uso del SSD (disco allo stato solido). Piccole modifiche per mantenere alto il livello delle prestazioni nel tempo.

Scritto da , il 07-09-2011
LinkConsiglia

Potenziare un notebook con Ubuntu

Mi sono deciso a potenziare il mio notebook, un computer con un hardware modesto ma buono per l'uso di Ubuntu...

Scritto da , il 01-09-2011
LinkConsiglia

Una nuova serie di memorie SSD da PNY

PNY Technologies ha annunciato una nuova serie di memorie SSD, chiamata Optima, in uscita sul mercato europeo.

Scritto da Ionela, il 26-07-2010
LinkConsiglia

SSD 64 GB, confronto tra le unità a stato solido più recenti

Le unità a stato solido (SSD) stanno gradualmente sostituendo i vecchi hard disk e diventano una realtà sempre più abbordabile per chi desidera ampliare le performance del proprio computer: per chi è proiettato ad un possibile acquisto di una SSD da 64 GB nel prossimo futuro andiamo a presentare gli ultimi modelli di 5 diversi marchi (Intel, Kingston, Mushkin, OCZ and Patriot) in un budget di spesa che va dai 200 ai 300 dollari.

Colossus 3.5 SSD da OCZ, una nuova svolta nella tecnologia drive

Finalmente OCZ ha rilasciato la serie Colossus in formato 3.5″: un nuovo hard disk SSD che garantisce alte prestazioni e capacità.

Scritto da Ionela, il 07-12-2009
LinkConsiglia

10 volte più veloci delle SSD

IBM sta sviluppando una nuova tecnologia di memorie chiamate "Racetrack"...

Scritto da robyinno, il 04-05-2009
LinkConsiglia

La tecnologia degli SSD sostituisce i sistemi per l'immagazzinamento dei dati nei dispositivi portatili

Raddoppiare la capacità dell' SSD (Solid State Disk – Disco a Stato Solido) ogni 12 mesi. Lo dichiarò l'anno scorso Jim Elliott, vicepresidente del marketing per la sezione memorie della Samsung, quando la Samsung lanciò il suo SSD da 128GB. La Samsung ha mantenuto la sua promessa: ora l' SSD da 256GB è sul mercato.

Tecnologia wireless per gli SSD (Solid State Disk)

Non c'è bisogno di essere un fisico per capire i vantaggi di un SSD (Solid State Disk - Disco allo Stato Solido) in confronto a un HD (Hard Disk – Disco rigido): non ci sono parti in movimento (non ci sono parti meccaniche), consumano meno potenza, producono molto meno calore, sono completamente silenziosi, gestiscono una quantità di dati in lettura/scrittura estremamente competitiva e, soprattutto, le prestazioni vengono migliorate continuamene.







Collabora

ZioBudda.net sta crescendo sempre di più, ma mi serve una mano per portare avanti i progetti e per rendere il sito sempre più bello e pieno di informazioni.






Si ringrazia:

Unbit.it Cybernetic.it website counter