Disponibili le sorgenti di Android Eclair

eclair.png A pocha distanza dall'annuncio del nuovo dev phone con Android 1.6 Google ha finalmente rilasciato le sorgenti della versione 2.0 del suo sistema operativo tramite il sito source.android.com, il ritardo aveva creato non pochi dubbi riguardo la politica di Mountain View che ancora non appare trasparente (come scritto precedentemente resta ancora da chiarire il cambio di gerarchia nel progetto, le decisioni riguardo la timeline e il motivo per cui Motorola sia stata avvantaggiata potendo distribuire la 2.0 in anteprima rispetto ai competitors). Ovviamente ora che le sorgenti sono disponibili vedremo fiorire firmware con la 2.0 su molti terminali, primo fra tutti, spero, il dev phone (che ancora non capisco con quale logica abbiano fatto uscire con Donut) e, in generale, i device HTC grazie al mitico Cyanogen. Seguiranno sicuramente anche update ufficiali di fatto dimostrando, come avevamo già avuto modo di sentenziare, la totale inutilità della release intermedia 1.6... Nel frattempo, tutti quelli che rimarranno a 1.5 (non faccio i nomi), possono consolarsi leggendo questo articolo dove analizziamo i pochi effettivi benefici del passaggio ad Eclair (ovviamente senza togliere niente ai ragazzi di Google che hanno fatto uno straordinario lavoro, primo fra tutti Jean-Baptiste Queru, che, secondo il comunicato stampa ha lavorato oltre 100 ore in sei giorni per donarci questa release).

Scritto da Richard Blaney, il 14-11-2009
LinkConsiglia

Compilare Android: Compiliamo!

Seconda parte sulla compilazione fatta in casa di android direttamente dai sorgenti forniti da Google. Una volta che i sorgenti sono pronti possiamo procedere a compilare.

Compilare Android: Preparazione Sorgenti

Prima di due parti sulla compilazione fatta in casa di android direttamente dai sorgenti forniti da Google. Come sappiamo Android è software libero, ma la particolare licenza (Apache 2.0) permette ai produttori di cellulari di fare qualche porcata con un pò di software proprietario qua e là sparso per i nostri cellulari. Per questo la compilazione di Android a seconda del dispositivo dove poi andrà installato può essere delicata. Io prenderò il caso dell’HTC magic 32B (vodafone), attualmente solo con cellulari “With Google” è possibile usare versioni ricompilate del kernel.

Scritto da monossido, il 21-08-2009
LinkConsiglia

PiTiVi 0.13.1: la nuova release del video editor open source, dedicata alle vittime del terremoto

PiTiVi è un editor video Open Source, sviluppato principalmente in Python, basato sul framework GStreamer. Il progetto è nato nel 2004, ma è stato per anni caratterizzato dalla lentezza di sviluppo. Questo fino a novembre 2008 quando Collabora, una società specializzata nella gestione dei progetti open source, ha assunto nuovi sviluppatori, a tempo pieno, per il progetto. Da allora le cose sono radicalmente cambiate.

LinCity-NG per costruire una città

Per gli appassionati della saga Sim City, oggi parliamo di un gioco molto particolare: LinCity-NG. Si tratta della versione migliorata di LinCity disponibile per GNU/Linux e Windows e approdata alla versione 2.0; nel gioco simuleremo la nascita e l'evoluzione di una città, cercando di mantenere un'economia sostenibile.

Scritto da minopausa, il 08-05-2009
LinkConsiglia

Google ha definitvamente rilasciado i sorgenti di Google Update

google-access.jpg Qualche giorno fa Google ha definitvamente rilasciado i sorgenti di Google Update, il tutto sotto licenza Apache, e assegnando al progetto il nome in codice “Omaha”. Google Update ad oggi sembra essere uno dei tool di Update per sistemi Windows più “indolore” e “performante”. Esso lavora silenziosamente in background ed è in grado di aggiornare il software Google, tra cui anche Chrome e Earth, in maniera del tutto trasparente e senza coinvolgere troppo l’utente. Dicerie a parte, è vero che Google Update invia delle statistiche sul sistema al server centrale, ma solo dietro espresso consenso dell’utente, e si tratta solo di informazioni prettamente tecniche. Con i sorgenti alla mano si potrà effettivamente verificare quali sono queste informazioni.

Compilare un kernel... | Hack 1: Attack 0

Ciao Zero. Oggi ti faccio vedere come compilare un kernel. O per lo meno come permettermi di ricompilare il kernel che utilizzi...

Un sorgente e le sue dipendenze

Quando ci si avvicina a GNU/Linux si fa per forza a cazzotti con la compilazione del sorgente di un programma. La prima volta uno non sa cosa stà facendo, la seconda ha capito giusto qualcosa di questo circo compilativo e la terza volta ha capito tutto ma si blocca davanti alle dipendenze! «Cosa sono? A che servono? Come si installano? No vabbè... è complicato... meglio Windows...» Molti usano Ubuntu proprio perchè l'installazione dei programmi attraverso repository e compagnia bella rende automatica anche l'installazione delle dipendenze! Vi faccio vedere come sia possibile risolvere il "problema dipendenze" quando si compila un un sorgente su Ubuntu!

Ricompilare il kernel

kernel.png Come si ricompila il kernel in Linux?Che si tratti di installare una nuova versione o di ricompilare quella già in uso, magari per abilitare qualche caratteristica aggiunta, non fa differenza: la prima cosa da fare è procurarsi i sorgenti del kernel.Nel primo caso bisogna scaricarla dal sito ..., nel secondo è possibile ottenerne una copia utilizzando il package manager della propria distribuzione o, in alcuni casi, prelevarla direttamente dai CD/DVD di installazione







Collabora

ZioBudda.net sta crescendo sempre di più, ma mi serve una mano per portare avanti i progetti e per rendere il sito sempre più bello e pieno di informazioni.






Si ringrazia:

Unbit.it Cybernetic.it website counter